Il piacere di ritornare con un Grazie a MaestroAle

Pubblicato: 13 ottobre 2013 in Varie
Tag:

Ho deciso di dare questo titolo al mio post perché mi interessava, in particolare, dare risalto alla parola “piacere”, dato che per un po’ non è stato così. Nessuno mi impediva di farlo prima, ma è proprio tutto quell’immane coacervo che caratterizza il mondo della rete, che se da un lato mi affascina – in quanto prodotto dall’essere umano e, traendo ispirazione dalla filosofia di Rosa Luxemburg, anch’io voglio che “Niente di ciò che è umano, mi sia estraneo”, o perlomeno ci provo…-, dall’altro mi è respingente, non solo perché vasto e complicato, ma anche perché tanti dei suoi tentacoli e malie verso le nuove generazioni mi preoccupano.

Ma su questi aspetti, ci siamo a lungo soffermati in ltis13, grazie alle costanti sollecitazioni del prof Andreas che anche ora in loptis, non abbassa la guardia…ed è per questo, che continuo a seguire il suo percorso con la voglia di esserci, perché la spinta che lui ci dà ad un protagonismo critico e costruttivo mi convince. Poi, è chiaro che ognuno questo protagonismo, lo esprime a suo modo, per cui, in Diigo, mi capita di tentare di leggere alcuni post che trovo interessanti solo per il fatto che sono così infarciti (non in senso negativo, ma solo quantitativo) di termini tecnici, tutti in inglese, riferiti a come utilizzare al meglio le nuove tecnologie, e provo davvero ammirazione per chi, diciamo, è a questi livelli, ma per me ora continuano a parlare una lingua sconosciuta, ed ammetto che non ho la pretesa di impararla a breve termine.

Ecco che allora, mi ha dato forza, leggere oggi il post di Maestro Ale del 12/10,
che nella sua semplicità, ha detto alcune cose nelle quali mi ritrovo. Sì, perché il suo, come il mio, è il protagonismo – se non ho capito male, anche dal sottotitolo del suo blog …- di chi è da poco che armeggia con questi strumenti e cerca, per quello che è possibile, di “umanizzarli”, come abbiamo sperimentato proprio in ltis13, perché non solo ha permesso a quelli “tabula rasa” come me, di acquisire i rudimenti, ma all’interno di una cornice relazionale davvero ricca, proprio anche per le differenze tra i partecipanti.

Insomma, mi voglio ripetere che: abbiamo costruito una cosa, mi riferisco a Diigo, che è un importante veicolo di scambio e nel quale ognuno può tranquillamente trovare la sua collocazione e le sue modalità di comunicazione con gli altri. La semplicità di maestra Ale mi ha indotto a riflettere sul fatto che da parte mia, negli ultimi tempi – certo, anche molto vorticosi per l’inizio scuola – c’era “un non detto”: vale a dire, sentirsi un po’ frustrata perché incapace di attingere e poter comunicare con molti post densi di citazioni tecnologiche. Problema mio, vero, ma ci sta che non sia la sola.

Per cui, invito tutte/i a vincere questi imbarazzi ed eventuali complessi di inferiorità, che per gente come noi che fa valutazione (attenta ai processi e non ai prodotti), dovrebbero essere scongiurati…ma non è così, perché tutte/i siamo figlie/i di un sistema che, purtroppo, ci classifica e, lo combatti quanto vuoi, ma le sue scorie spesso risorgono… Quindi, la scelta di esserci, ognuno a suo modo, con i suoi tempi e i suoi contenuti, è espressione di libertà, non individualistica, ma di tante libertà che si cercano e si danno le une alle altre. Non è detto che tra tutte nasca sintonia, ma non è questo l’obiettivo.

Mi accomiato con una bella poesia, da inguaribili sognatori, “Sulla luna”, di Gianni Rodari, di cui qui dalle mie parti, stiamo organizzando un Convegno per ricordare la sua originale personalità e la sua variegata opera…Non mancherà occasione di riparlarne.

Annunci
commenti
  1. marina.pmarina.p ha detto:

    Sono pienamente d’accordo con quello che dici, tranne su un particolare: il motivo per cui anch’io mi sono tirata un po’ indietro rispetto a diigo, non è il senso di inadeguatezza. Ho semplicemente constatato che era diventata una cosa diversa da come era nata e non mi interessava più. Certo, mi dispiace, ma non ho intenzione di imparare adesso tutto l’inglese che non ho imparato prima! ☺️
    Comunque,….come vedi…..continuo a sbirciare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...